• Principio base: Talento meridiano

    Siamo mediterranei. Ecco il nostro talento.

  • 1° Principio: Rinascere

    Nessuno di noi potrà essere agente del Rinascimento che stiamo sognando se prima non avrà sperimentato un rinascimento interiore.

  • 2° Principio: Comunicare per costruire

    Saper comunicare ci renderà liberi. Sarà possibile pensare e realizzare insieme un futuro migliore, un mondo migliore.

  • 3° Principio: Fare insieme ed energia cooperativa

    L’umanità oggi può evolversi nella misura in cui apprende le dinamiche e le opportunità della cooperazione.

  • 4° Principio: Creare

    Creatività ed innovazione si ispirano a nuovi concetti di bellezza come espressione di sostenibilità, bene comune, armonia con la vita naturale e legami con il territorio.

  • 5° Principio: Mestiere, talento e vocazione autentica

    Le arti del Sud e del Mediterraneo si elevano ad opera e pensiero eccelso.

  • 6° Principio: Nel Tempo naturale

    Il giusto rapporto tra tempo individuale e tempo naturale è il presupposto per incardinare un nuovo paradigma rinascimentale e di seguito un tempo sociale equamente diversificato.

  • 7° Principio: La vita nei luoghi pubblici

    La felicità e libertà autentiche rinascono nella condivisione della bellezza dei luoghi pubblici.

  • 8° Principio: L’Educazione

    Maestro e discepolo rigenerano i saperi, condividendo esperienza ed esplorazione, conoscenza e visione, tradizione e innovazione.

  • 9° Principio: L’Economia Naturale

    Economia ed Ecologia sono dunque due facce della stessa medaglia. L'unica economia possibile è quella naturale, reale e vivente.

  • 10° Principio: L’impresa autentica e collettiva.

    Le imprese, i prodotti e gli imprenditori avranno credibilità e futuro se saranno piantati su un terreno culturale autentico.

  • 11° Principio: Carisma Collettivo.

    Il nuovo rinascimento è caratterizzato da nuove forme di guida e orientamento, nuove arti di governo.

  • 12° Principio: Autenticità, etica e bellezza dell’anima.

    Autenticità, etica e bellezza sgorgano da un’anima autentica. E l’anima è autentica quando è libera di riconnettersi al tutto.

Il nucleo centrale del mio intervento ruotava sul silenzio come luogo di rinascita, dove per silenzio si intendeva un luogo (non necessariamente fisico) nel quale essere in grado di acquietare la propria mente dalla frenesia e dal “chiacchiericcio rumoroso” dei pensieri.

La meditazione guidata è stata lo strumento per “volgere l’attenzione all’interno di se stessi” e per raggiungere la dimensione in cui vive quello che io definisco l’osservatore della realtà (ovvero quella parte di noi capace di pensare controcorrente, di guardare alla vita e alla realtà senza pregiudizi, di accettare le difficoltà e i fallimenti senza rimanerne imbrigliato, di assaporare  la ricchezza del mondo e goderne appieno).

La sollecitazione che ho provocatoriamente introdotto nei partecipanti è stata quella di ascoltarmi con “apertura mentale” ma sempre corredata da giusto “scetticismo”.

Inoltre dopo aver vissuto l’esperienza, le emozioni suscitate dalla meditazione dovevano essere condivise con le persone che, all’interno del gruppo, si conoscevano meno. Questo per invitare i partecipanti ad affrontare il nuovo (lo sconosciuto) senza remore, per rimuovere le paure e la diffidenza che da sempre associamo all’altro, in modo da convertirci ad un atteggiamento di apertura che vuole “comprendere il mondo” anziché isolarlo.

I partecipanti d’altro canto hanno manifestato un vivo interesse per l’esperienza meditativa tanto che alcuni di loro sembravano non voler più uscire da quello “spazio interiore” in cui si erano rifugiati. Un momento particolarmente gradito è stato quello del saluto finale in cui in cerchio ognuno ha preso la mano dell’altro e dopo averla baciata l’ha posta sul suo cuore in un gesto di apertura, fiducia e condivisione, recitando la frase “bacio la tua mano, la tengo sul mio cuore e mi apro a te con fiducia”.

In Accademia si può attivare, partendo dal principio della rinascita, il percorso formativo “Vita Strategica”. Si tratta di un corso di crescita personale finalizzato a rendere le persone più consapevoli ed attente della propria esistenza in un’ottica di apprendimento continuo.

Per approfondire gli argomenti rimando al sito www.vitastrategica.it.

Articoli Correlati

Lascia un commento