• Principio base: Talento meridiano

    Siamo mediterranei. Ecco il nostro talento.

  • 1° Principio: Rinascere

    Nessuno di noi potrà essere agente del Rinascimento che stiamo sognando se prima non avrà sperimentato un rinascimento interiore.

  • 2° Principio: Comunicare per costruire

    Saper comunicare ci renderà liberi. Sarà possibile pensare e realizzare insieme un futuro migliore, un mondo migliore.

  • 3° Principio: Fare insieme ed energia cooperativa

    L’umanità oggi può evolversi nella misura in cui apprende le dinamiche e le opportunità della cooperazione.

  • 4° Principio: Creare

    Creatività ed innovazione si ispirano a nuovi concetti di bellezza come espressione di sostenibilità, bene comune, armonia con la vita naturale e legami con il territorio.

  • 5° Principio: Mestiere, talento e vocazione autentica

    Le arti del Sud e del Mediterraneo si elevano ad opera e pensiero eccelso.

  • 6° Principio: Nel Tempo naturale

    Il giusto rapporto tra tempo individuale e tempo naturale è il presupposto per incardinare un nuovo paradigma rinascimentale e di seguito un tempo sociale equamente diversificato.

  • 7° Principio: La vita nei luoghi pubblici

    La felicità e libertà autentiche rinascono nella condivisione della bellezza dei luoghi pubblici.

  • 8° Principio: L’Educazione

    Maestro e discepolo rigenerano i saperi, condividendo esperienza ed esplorazione, conoscenza e visione, tradizione e innovazione.

  • 9° Principio: L’Economia Naturale

    Economia ed Ecologia sono dunque due facce della stessa medaglia. L'unica economia possibile è quella naturale, reale e vivente.

  • 10° Principio: L’impresa autentica e collettiva.

    Le imprese, i prodotti e gli imprenditori avranno credibilità e futuro se saranno piantati su un terreno culturale autentico.

  • 11° Principio: Carisma Collettivo.

    Il nuovo rinascimento è caratterizzato da nuove forme di guida e orientamento, nuove arti di governo.

  • 12° Principio: Autenticità, etica e bellezza dell’anima.

    Autenticità, etica e bellezza sgorgano da un’anima autentica. E l’anima è autentica quando è libera di riconnettersi al tutto.

Il  22 Novembre, presso la  “Città del Libro” di Campi Salentina (LE)   durante “La rassegna nazionale degli autori e degli editori del Mediterraneo” è stato presentato, il libro “ La Caduta dell’Ultimo Impero” di Cosimo Massaro autore anche del romanzo “La Moneta di Satana”, pubblicato pure questo  da Edizioni Sì.

L’autore da anni è impegnato nel diffondere la colossale truffa che si cela dietro la creazione della moneta. Tantissime sono ormai le sue conferenze tenute su tutto il territorio nazionale, molte delle quali fatte con la collaborazione del magistrato Salvatore Cosentino, che ha anche curato la prefazione della seconda edizione de “La moneta di Satana”.

Anche in questo nuovo thriller, i  protagonisti, scelgono di essere interpreti attivi e non semplici comparse, della battaglia  contro i signori del denaro.

Questa volta però, la lotta  ha raggiunto un altro livello, quello del soprannaturale  dove  le forze dell’oscurità e quelle della luce si combattono come titani e, come disse il Prof. Auriti, questa “battaglia” che si affronta  nel mondo materiale contro la moneta debito, ha origine da altri piani: quelli spirituali

Il libro è stato presentato all’interno di un convegno organizzato dall’ Accademia del Rinascimento Mediterraneo di cui l’autore si pregia di fa parte.

L’ Accademia (www.accademierinascimentomediterraneo.net), coordinata da Stefano Petrucci (Autore di “Comunicare Mediterraneo”, Lupetti Editore), ha come scopo la diffusione di un “nuovo rinascimento” che parta dal sud, dalla cultura  mediterranea, mirato a portare avanti una “rivoluzione” culturale che serva a liberare l’uomo dalla schiavitù economica e sociale nella quale è caduto.

I relatori, dopo una loro prima breve presentazione, hanno esposto le loro tesi. La prima a prendere la parola è stata Rosanna Toraldo (autrice del manoscritto inedito “I fiori salentini”) raccontando l’importanza della madre terra, delle proprie radici storico culturali  e di come curarsi con i fiori e le piante autoctone del Salento, successivamente è intervenuto Claudio Prima (direttore della “Giovane orchestra del Salento”) proponendo come poter affrontare dei progetti seguendo un solo metodo, dichiarando che “non ci sono regole per fare insieme” utilizzando al meglio tutti i talenti che hanno formato la loro orchestra. A seguire è intervenuto Cosimo Massaro (autore appunto de “La moneta di Satana e “La Caduta dell’Ultimo Impero” entrambi editi da Edizioni Sì) che ha parlato della dittatura bancaria imposta ai popoli tramite la perdita della propria Sovranità Monetaria e infine ha preso la parola Cosimo Specolizzi (autore del manoscritto inedito “Canto per un oasi contemporanea”)  parlando dell’orto dei Turat e di come far produrre acqua dalle pietre.

 Bisogna comprendere, afferma l’autore Cosimo Massaro, che:  “Oggi chi controlla la produzione del denaro e i suoi flussi possiede la capacità di comprare la classe politica, l’informazione e tutto ciò che in uno Stato costituisce e sostanzia la democrazia stessa”.

Per questo motivo l’autore e l’ Accademia hanno unito le loro forze per diffondere la truffa che si cela dietro la creazione della moneta, causata dal signoraggio bancario e dalla  perdita della sovranità monetaria da parte dello Stato e proponendo come soluzione, a questa attuale usurocrazia bancaria, la scuola monetaria del Prof. Giacinto Auriti.

 

Per info. contattare lo stesso autore cell. 3393918185

cosimomassaro.blogspot.com

                                                                                                                                 Luana Dimitri

  • Non ci sono articoli correlati

Commenti sono chiusi.